giovedì 10 marzo 2011

Verdura: cuoci prima e lavi... durante e dopo

Giorni fa immersa nei pensieri ho messo a bollire l'acqua per cuocere la verdura e, sbadatamente invece di lavare la verdura l'ho messa nella pentola...
1° pensiero: "e mo?"
2° pensiero: "che peccato, dovrò buttare tutto"
3° pensiero: "e se le lavo dopo? così approfitto e le sbianchisco e prendono quel colore acceso che mi piace tanto..."
... e così ho fatto l'ho cotta al dente, tirata su con delle forchette e messa direttamente in una ciotola piena d'acqua freddissima: ho agitato molto la verdura per far si che perdesse ogni possibile particella di terra... ho tirato su nuovamente la verdura e l'ho ripassata sotto altra acqua fredda. scolata, strizzata e conservata sottovuoto, ha avuto una durata nel tempo maggiore di quella non lavata dopo cotta.
La verdura è rimasta perfetta... non ha creato problemi di aria o di dolori alla pancia (è ottima per chi soffre di colite).
Come sempre l'appetito vien mangiando e così dopo gli agretti ... ho provato con la bieda (quella piccola a mazzetto) e poi... soddisfatta del risultato ho provato addirittura con gli spinaci.
La verdura non prende sapore di terra, non scricchiola in bocca, ha un colore acceso...

Non mi stanco a lavare la verdura e risparmio moltissima acqua... faccio molto prima...

La verdura non prende sapore di terra, non scricchiola in bocca, ha un colore acceso...
Non mi stanco a lavare la verdura e risparmio moltissima acqua... faccio molto prima...
PERO'
Per puro caso ho provato a cuocerla così e "a vista" e "a sapore" non c'è nessuna differenza...
Visto che a casa sono la super fissata della pulizia, per una volta ho provato a convincermi che andasse bene ... però ... mi turbava molto il colore dell'acqua, mi sono confrontata con altri ... e così ho fatto una nuova prova: mi sono regolata come per la cottura dei legumi.

Ho messo sul fuoco due pentole... e ho preparato un altro contenitore con acqua fredda.
Ho messo la verdura "sporca" nell'acqua che bolliva ed ho spento il fuoco. Dopo un minuto la verdura era ammorbidita e la terra era tutta in fondo... e l'ho potuta scuotere bene bene con un forchettone. L'ho passata nell'acqua fredda per "lavarla" dall'acqua sporca... e l'ho poi passata a cuocere nell'altra pentola con altra acqua pulita che già bolliva.
L'ho cotta al dente e poi passata nell'acqua fredda pulita, non ha ceduto altro colore ed era veramente perfetta.
Certo si perdono molti sali minerali, ma ho notato che la verdura così non crea ne arie ne mal di pancia.
Credo di aver trovato il giusto compromesso, in effetti, sono più tranquilla.

- vale per le verdure fresche e... "sporche" ...
- la pentola usata per la verdura sporca deve essere molto grande ...
- la verdura deve essere cotta al dente
Se il procedimento è giusto la seconda acqua fredda non si colorerà di verde.

p.s.: terza prova: La seconda cottura può essere fatta nella pentola a pressione a vapore... escludendo la lavatura finale in acqua fredda...

7 commenti:

simona ha detto...

Che genio che sei!!

Azabel ha detto...

ecco, oggi ho lasciato del radicchio di campo dal fruttivendolo perché non avevo nessunissima voglia di pulirlo... domani rimedio, voglio proprio provare! :D

Silvia ha detto...

@simona: :) smack
@Azabel: per pulirlo intendi lavarlo? Ho lasciato apposta alcune radicette alla bieda e devo dire che le ho potute togliere tranqullamente dopo, il radicchio non saprei, non lo amo molto...
ma so che proverai, sai sempre cogliere i lati gisti dei miei suggerimenti :)grazie

Lo Ziopiero ha detto...

Da quanto tempoooooo!!!
Bacioni.

p.s. l'acqua della verdura (se lavata precedentemente) io me la bevo!
E' ricca di sali minerali ;-)

Silvia ha detto...

@Piero: un bacio
Ho provato a bere l'acqua delle verdure e mi sono sentita malissimo, quindi la buttavo pure prima... :-P
Comunque credo che sostanzialmente dipende da quanti chili di verdura si cuociono in una settimana... io ne cuocio una decina... e forse anche di più ... e non lavando prima risparmio veramente tanto...

Azabel ha detto...

Si si, lavarlo... a togliere le radici ci vuole un attimo, la rottura di scatole è la terra :)
(a dire il vero non so come si chiami il radicchio di campo in italiano, mi sa che assomiglia un po' alla cicoria, per capirci)

Silvia ha detto...

@Azabel: allora funziona. peraltro con la doppia pentola ti togli anche ogni scrupolo di igniene ... ideologico ed eventualmente effettivo che ci possa essere a bollire verdura e terra insieme... vedrai che rimane tutto nella prima pentola :) e ci metti due minuti!!
La cicoria è venuta molto bene.
Le cotture a verdura già "ammorbidita le puoi fare in tanti modo, al vapore, al sugo, o ripassate in padella...